Decreto Sostegni Bis, cambia il fondo perduto

Automatica la replica di quello di marzo e aprile con possibilità però di integrarlo con le perdite dei primi 3 mesi 2021; a fine anno eventuale saldo sul bilancio dei dodici mesi.

Il testo del decreto Sostegni Bis è stato approvato in via definitiva il 20 maggio 2021, con numerose novità per partite IVA, imprese e famiglie. Dal fondo perduto ai bonus per i lavoratori, ecco alcune delle principali misure.

FONDO PERDUTO: ACCONTO AUTOMATICO E SALDO A FINE ANNO. Gli aiuti alle imprese prevedono ancora una volta un contributo a fondo perduto diviso però in due fasi: replica automatica dei bonifici di marzo e aprile con possibilità di integrarli con le perdite dei primi 3 mesi del 2021; saldo a fine anno calcolato sui dati di bilanci e dichiarazioni redditi.

SCADENZE: RINVIO DEI CONTRIBUTI PER GLI AUTONOMI. Rinvio al 20 agosto del pagamento dei contributi per artigiani e commercianti.

BONUS AFFITTI, TARI E TAGLIO ALLE BOLLETTE. Credito di imposta del 60% per gli affitti commerciali e quelli di azienda. Fondo di 600 milioni ai Comuni per ridurre la Tari. Taglio delle bollette elettriche di un altro mese.

CONTRATTO ESPANSIONE ANCHE PER LE MEDIE IMPRESE. Esteso alle imprese con almeno 100 dipendenti il contratto di espansione che consente il prepensionamento dei dipendenti fino a 5 anni dalla maturazioni dei requisiti per la pensione.

NUOVO STOP CARTELLE ESATTORIALI FINO AL 30 GIUGNO. Stop per altri due mesi per le cartelle esattoriali fino al 30 giugno. Resteranno validi, però, gli eventuali provvedimenti adottati o gli adempimenti svolti dall’Agenzia della Riscossione tra il 1° maggio e l’entrata in vigore del decreto. Confermato lo slittamento della plastic tax al 1° gennaio 2022.

DECONTRIBUZIONE SETTORI DEL TURISMO, STABILIMENTI TERMALI E COMMERCIO. Ai datori di lavoro privati dei settori del turismo e degli stabilimenti termali e del commercio è riconosciuto, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, fruibile entro il 31 dicembre 2021, nel limite del doppio delle ore di integrazione salariale già fruite nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021, con esclusione dei premi e dei contributi dovuti all’INAIL. L’esonero è riparametrato e applicato su base mensile.

CONTRATTO DI RIOCCUPAZIONE. Fino al 31 ottobre 2021 è istituto il contratto di rioccupazione quale contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato diretto a incentivare l’inserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori in stato di disoccupazione. Ai datori di lavoro privati, con esclusione del settore agricolo e del lavoro domestico, che assumono lavoratori con il contratto di rioccupazione è riconosciuto, per un periodo massimo di 6 mesi, l’esonero dal versamento del 100 % dei contributi previdenziali fino a 6.000 euro su base annua.

BONUS STAGIONALI TURISMO E SPETTACOLO. Bonus stagionali, turismo e spettacolo una tantum da 1.600 euro, mentre per i collaboratori sportivi i nuovi ristori vanno da 540 a 1600. Per i lavoratori agricoli gli indennizzi ammontano a 800 euro.

21/05/2021

Comments are closed.