Crisi di governo: fallito tavolo maggioranza. Il Quirinale convoca Draghi

Il Presidente Mattarella ha annunciato la volontà di incaricare un governo di alto profilo

Dopo l’annuncio del presidente della Camera Roberto Fico, al termine del tavolo di maggioranza e l’incontro con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che: “Allo stato attuale permangono distanze alla luce della quali non ho registrato unanime disponibilità per dare vita alla maggioranza”, il Presidente della Repubblica ha annunciato la volontà di dare incarico per la formazione di un governo di alto profilo.

In una dichiarazione al Quirinale ha detto:  “Avverto il dovere di rivolgere un appello a tutte le forze politiche presenti in Parlamento – ha detto – perché conferiscano la fiducia ad un governo di alto profilo, che non deve identificarsi con alcuna formula politica. Conto quindi di conferire al più presto un incarico per formare un governo che faccia fronte con tempestività alle gravi emergenze non rinviabili”.

La decisione viene motivata dal Presidente, elencando tutte le ragioni per le quali non è possibile ora portare il paese alle urne: “le emergenze: sociale, sanitaria e economico-finanziaria” e i rischi di una campagna elettorale in piena pandemia che potrebbe far esplodere nuovamente i contagi, come accaduto in altri paesi che hanno votato.

E poi l’appuntamento fondamentale con il Recovery plan: “Dobbiamo provvedere tempestivamente all’utilizzo dei fondi per non perderli e un governo con una attività ridotta non potrebbe farlo”.  Il Presidente Mattarella ha poi ricordato i tempi tecnici necessari alla formazione di un nuovo Parlamento e di un nuovo governo, mesi cruciali e decisivi che non possono passare senza un governo.

Preoccupazioni che secondo il capo dello Stato “sono ben presenti ai nostri cittadini che chiedono risposte complete e rapide”.

Subito dopo la dichiarazione il Presidente ha fatto sapere, tramite il suo portavoce, di aver convocato, per oggi a mezzogiorno, il professor Mario Draghi.

Comments are closed.