oltre mille persone alla manifestazione «Italia che resiste»

Nonostante la pioggia, oltre 1000 persone si sono ritrovate in piazza Santa Croce per la manifestazione spontanea «Italia che resiste»: un evento che è nato nel Torinese e si è esteso a livello nazionale per resistere, hanno spiegato gli organizzatori, alle scelte inumane di chi vorrebbe lasciare morire in mare chi scappa da guerra, fame e povertà. In Santa Croce erano presenti anche numerosi bambini.
E’ una autoconvocazione, ha sottolineato Chiara Martinelli, che ha curato l”organizzazione dell’evento a Firenze insieme a Tommaso Giorgetti, Simona Caputo e Michele Passione. Volevamo dire – ha aggiunto – che c”è una Italia diversa, che resiste, che ha voglia di fare accoglienza. Martinelli ha spiegato che la protesta non è contro il Governo ma contro alcune delle cose che il Governo ha fatto. Il decreto Salvini, ad esempio, non ci rappresenta.
Durante la manifestazione è stato fatto un minuto di silenzio: Volevamo – ha detto Giorgetti – omaggiare chi ha perso la vita in nome della propria libertà. C’è una parte di popolo – ha affermato Passione – che resiste alle politiche in tema di immigrazione che questo Governo propone. Non ci riconosciamo in certi valori.

Comments are closed.