#VogliamoVivere Se vive il commercio, vivono le città

Ora basta!

Le piccole attività del commercio, dei servizi e della ristorazione sono una risorsa, non il bancomat del governo!

Firma ora la petizione su change.org
Unisciti per dare voce al malcontento dei commercianti.
#VogliamoVivere per far vivere la nostra cultura e le nostre città

Firma la petizione

La Legge di Bilancio attualmente in via di definizione mette a rischio le piccole attività, già provate da una lunga crisi, perché favorisce in maniera scriteriata i grandi gruppi internazionali che fanno concorrenza sleale, attraverso la vendita online, al tessuto commerciale presente sul territorio. È facile far pagare meno quando si eludono le imposte (attualmente si stima che il mancato introito per lo Stato si pari a 6 miliardi di € ogni anno, a causa dell’elusione fiscale consentita alle multinazionali del web) e quando non ci sono costi di transazione per piccoli importi.

Negozi e piccoli imprenditori sono schiacciati da questa concorrenza sleale e da un sistema che impedisce l’azzeramento delle commissioni Bancomat per le piccole transazioni.

Ora basta! Le piccole attività del commercio, dei servizi e della ristorazione sono una risorsa e non il bancomat del governo! Confesercenti Toscana dice STOP a un progetto scellerato che non tutela il piccolo commercio e mette a rischio vitalità, bellezza e sicurezza delle nostre città.

Firma anche tu il nostro appello al Presidente del Consiglio e aiutaci a ottenere una fiscalità più equa per tutti.

Basta con l’ennesimo accanimento verso un settore già in ginocchio per una lunga crisi. Quando i negozi sono aperti, le città sono sicure, pulite, vitali, attraenti. Quando i negozi chiudono, le città muoiono. Per questo, di fronte agli ennesimi provvedimenti legislativi e fiscali che rendono impossibile fare impresa per le attività del commercio, diciamo NO.

Scarica il Manifesto
Scarica la Locandina

Comments are closed.