Giornata di mobilitazione a Grosseto per chiedere infrastrutture e investimenti

Si è tenuta mercoledì 17 aprile, presso la Camera di commercio di Grosseto, l’iniziativa “Sì Grosseto va avanti”, organizzata oltre che dalla Camera di commercio da tutte le associazioni di categoria (tra cui Confesercenti) e dai sindacati. Una giornata di mobilitazione (a cui ha partecipato anche il governatore della Toscana Enrico Rossi) contro l’immobilismo di questi anni che ha portato alla perdita di opportunità e posti di lavoro.

15 le sigle che si sono unite attorno ad un tavolo per stilare un documento sottoscritto da tutti i rappresentanti del mondo imprenditoriale e sindacale. Tutti i dati di cui possiamo disporre evidenziano uno stato avanzato di crisi a partire da quello demografico a quello del numero delle imprese, basti pensare che non abbiamo ancora superato il numero delle imprese esistenti antecedente al 2009, con particolari difficoltà nel settore dell’artigianato, del commercio, e del settore edile. E con manifeste difficoltà anche nell’ambito manifatturiero.

Registriamo un calo del prodotto interno lordo e dei redditi pro capite, tutti aspetti che non possono essere colmati da un incremento, purtroppo modesto, dei flussi turistici nelle loro diverse articolazioni. In sostanza possiamo annoverarci tra le province nella parte più bassa della graduatoria nazionale.

«L’obiettivo principale è quello di rilanciare l’occupazione in tutte le sue forme affinché la redditualità dell’area grossetana e della provincia ritrovi slancio e competizione – afferma il presidente provinciale di Confesercenti Giovanni Caso -. Quindi il lavoro deve stare al centro della nostra iniziativa. Non a caso questo insieme di aspetti ha trovato il sostegno (per la prima volta nella storia di questa realtà) di organizzazioni imprenditoriali e di quelle sindacali».

«Vogliamo riportare al centro dell’agenda politica del Governo e della Regione ma anche dei Comuni i problemi della nostra provincia. Da troppo tempo non si fa più nulla per questo territorio che ha fame di lavoro» ha affermato il presidente della Camera di commercio della Maremma e del Tirreno Riccardo Breda.

L’iniziativa ha adottato un’articolata e completa piattaforma rivendicativa suddivisa in vari ambiti di intervento, che riguardano: infrastrutture, attrazione degli investimenti, il lavoro e la formazione, e l’insieme dei settori economici e produttivi. I primi due temi sono sicuramente quelli da cui si dovrà partire.

«Giusta la proposta di una cabina di regia che coinvolga rappresentanti del Governo e della Regione e che prosegua l’iniziativa oggi intrapresa così da ottenere risultati sul tema delle infrastrutture e per l’attivazione di tutti gli strumenti disponibili per favorire nuovi insediamenti produttivi – prosegue Caso -. La Confesercenti Grosseto, nelle sue varie articolazioni, manifesta il proprio pieno sostegno affinché i problemi condivisi e denunciati trovino al più presto una loro soluzione e chiede alla politica la stessa unità dimostrata dalle associazioni di categoria e dai sindacati, oltre i colori politici».

Comments are closed.