Scuola marescialli carabinieri, inaugurato l’anno accademico 2018-2019

Il Salone dei Cinquecento ha fatto da cornice stamane alla cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri, ospitata oggi nella moderna sede di Castello. Un Istituto di formazione che dal 5 gennaio 1920 costituisce una significativa realtà nella vita della nostra città. A segnare i tempi della cerimonia la Fanfara della Scuola.

Di fronte ad una sala gremita si sono succeduti gli interventi di saluto del sindaco di Firenze Dario Nardella e del comandante della Scuola intitolata al maresciallo maggiore Felice Maritano, Gen.D. Gianfranco Cavallo, a cui sono seguite le relazioni del prof. Paolo Papanti-Pelletier della facoltà di giurisprudenza dell’università di Roma Tor Vergata e del prof. Paolo Cappellini della università degli studi di Firenze.

Alcune della Autorità presenti tra cui il sindaco Nardella, il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, il procuratore generale presso la Corte di Appello Marcello Viola, il prefetto della provincia di Firenze Laura Lega e il maresciallo dei Carabinieri Giuseppe Giangrande, M.O.V.C., sono stati chiamati a consegnare riconoscimenti ai marescialli frequentatori del 5° corso triennale 2015-18 che hanno conseguito il diploma di laurea con lode in scienze giuridiche della sicurezza.

In chiusura della cerimonia l’intervento del comandante delle Scuole dell’Arma, gen.D. Ciro D’angelo la cui relazione sul significato dell’essere Carabiniere nella società odierna è stata arricchita da una videoproiezione sulle poliedriche, intense attività svolte dai giovani frequentatori della Scuola

Comments are closed.