Borse: Milano + 2,26%, spread scende a 283. Bene banche, vola Mps (+9,9%)

Piazza Affari ha chiuso con un rialzo del 2,26% a 19.622, in testa ai listini europei, tutti positivi. Lo spread è sceso a 283 punti, contro i 290 di venerdì. A spingere i mercati è stata la tregua fra Stati Uniti e Cina, con il congelamento del rialzo dei dazi, che ha messo le ali a Wall Street. Anche Francoforte è salita (+1,8%) spinta dalle case automobilistiche. Milano e, di riflesso, l’Europa hanno portato all’incasso anche la distensione fra governo italiano e Ue in tema di manovra. A tutto ciò si aggiunge il rialzo del petrolio, dopo l’intesa tra Russia e Arabia Saudita. In Piazza Affari è stata una giornata negativa solo per Atlantia (-0,94%), mentre Tim ha chiuso sulla parità. Fra i titoli a minore capitalizzazione, Carige ha perso il 5%, mentre ha volato Mps (+9,94% a 1,764 euro). Bene invece Cnh (+6,4%) e Banco Bpm (+6,29%), dopo l’accordo sul credito al consumo e la stretta sulla cessione dei crediti deteriorati. Forte rialzo per Moncler (+5,9%), St (+6%), Saipem (+5,5%) e Prysmian (+5,1%).

Comments are closed.