Fisco: nel 2016 crollano (-43,9%) le indagini finanziarie nel controllo all’evasione

L’Agenzia delle Entrate abbandona il ricorso allo strumento delle indagini finanziarie nel contrasto all’evasione. Nel 2016 gli accertamenti assistiti dal supporto delle indagini finanziarie sono calati del 43,9% attestandosi a 2.773 contro i 5.426 del 2015. A evidenziarlo è la Corte dei Conti nel rendiconto dello Stato. E comunque, evidenzia la magistratura contabile, la sostanziale rinuncia allo strumento delle indagini finanziarie nella lotta all’evasione è ormai in atto da alcuni anni. Rispetto al 2012 il calo è dell’86,7%. Si passa in pratica da 11.872 accertamenti nel 2012 a 2.773 dello scorso anno. Un calo dell’attività che si riversa anche sulla maggiore imposta accertata che scende da 1,2 miliardi del 2012 a 178 milioni nel 2016 passando per 1,1 mld nel 2013, 1 mld nel 2014 e 409 milioni nel 2015.

 

Comments are closed.