Massarosa (Lu): scritte offensive e minacciose contro il sindaco e la sua famiglia

Scritte offensive e minacciose contro il sindaco Pd di Massarosa Franco Mungai e contro la sua famiglia sono state tracciate sui muri della cittadina. Nei giorni scorsi si era svolta una manifestazione, davanti al municipio, per chiedere più sicurezza dopo l’episodio dello stupro di una  ragazza sedicenne da parte di un cittadino marocchino di 34 anni, senza permesso di soggiorno. L’episodio ha suscitato la reazione e la solidarietà di diversi altri sindaci della zona. Tra i primi a prendere posizione il sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni (Fi) che ha parlato di atto vergognoso senza alcuna giustificazione. «Il clima – ha detto Mallegni – è esasperato e la situazione è diventata insostenibile. Il livello di tolleranza è finito anche per chi, fino a poco tempo fa, lo utilizzava come scudo. Ma quello che è successo non trova nessuna giustificazione. Le scritte contro Mungai sono un episodio vergognoso da cui mi dissocio come sindaco e come esponente del movimento di Forza Italia».

Anche Riccardo Tarabella, sindaco di Seravezza, ha espresso la più fraterna solidarietà al collega di Massarosa, fatto oggetto in queste ore di un insensato quanto violento attacco sul piano personale e familiare.

Bipartisan anche la solidarietà dei partiti. Alessandro Santini, capogruppo di Forza Italia al comune di Viareggio, ha postato su facebook un invito all”autore delle scritte: «Idiota quando minacci la famiglia del sindaco mettici la faccia invece di scrivere sui muri». Per il Pd della Versilia questo gesto non è solo un”espressione di grande idiozia umana ma è anche un pericoloso sintomo di un odio e una rabbia che, nonostante tutto, continueremo a combattere con la ragione, senza mai piegarci a chi ci vorrebbe altrettanto violenti e offensivi.

 

Comments are closed.