Aeroporti: Fit-Cisl, verso stato agitazione a Firenze e sciopero

La Fit-Cisl fa sapere che si va verso lo stato di agitazione e lo sciopero all’aeroporto Vespucci di Firenze. Perché anche l’incontro in Prefettura, a Firenze, si è concluso in maniera negativa. «In ballo – spiega Stefano Boni, segretario generale della Fit-Cisl Toscana – ci sono il salario e il posto di lavoro per una ventina di persone, che da anni svolgono questa attività, con contratti a termine, direttamente per Toscana Aeroporti. Ora però la società ha bandito una gara per l’affidamento del servizio all’esterno. L’aggiudicazione è prevista in autunno, il cambio di gestione a inizio 2018. Il rischio, molto concreto, è che ad aggiudicarsi l’appalto sia qualche cooperativa che ha già personale da impiegare. Il che significherebbe che chi da tempo, anche 4 anni in qualche caso, svolge questo lavoro con contratti
rinnovati via via e nella speranza di una stabilizzazione, si trovi per strada all’improvviso».

 

Comments are closed.