Stranieri in possesso di attrezzi da scasso intercettati dalla Polstrada sull’Autopalio e sull’A1

E’ durata quattro mesi la latitanza di un uomo, specializzato nei furti in appartamento, che ieri è stato arrestato dalla Polizia Stradale di Siena. Lui, quarantenne originario della Romania, era con un connazionale su di una Ford Mondeo. L’auto, con targa tedesca, ha attirato l’attenzione di una pattuglia del Distaccamento di Montepulciano che, vicino Poggibonsi (SI), stava pattugliando l’Autopalio. Appena fermati, i due, rispettivamente di 40 e 25 anni, hanno mostrato segni di nervosismo. Nell’auto avevano nascosto una piccola dose di marjuiana, oltre al kit necessario a svaligiare le case, tra cui più cacciavite, pinze a pappagallo, una tronchese, tre picchetti in metallo e guanti, di cui non hanno saputo fornire alcuna spiegazione. Andando a fondo nelle indagini, i poliziotti hanno scoperto che uno dei due, il quarantenne, era ricercato. Infatti, nei suoi confronti l’ufficio esecuzioni della Procura della Repubblica di Milano aveva emesso un ordine di carcerazione, dovendo scontare quattro mesi di carcere per un furto commesso nel capoluogo meneghino nell’agosto del 2006. La Polstrada lo ha condotto in carcere, sequestrando a lui e al suo complice, denunciato a piede libero, tutti gli attrezzi da scasso trovati in loro possesso.

Due albanesi, di circa 35 anni, sono stati denunciati dalla Polizia Stradale di Arezzo perché avevano nel bagagliaio della loro auto tutto l’occorrente per depredare le abitazioni. E’ accaduto lo scorso fine settimana, sull’A/1, vicino Arezzo, in direzione sud. I due stranieri viaggiavano su una Renault Laguna con targa tedesca, e l’auto ha attirato l’attenzione di una pattuglia della Sottosezione di Battifolle. Sotto le valige erano stati nascosti numerosi attrezzi da scasso, tra cui due piedi di porco, più cacciaviti, un martello pneumatico e un diamante tagliavetri. Dal bagagliaio sono spuntati fuori pure una pistola lanciarazzi, 27 cartucce a salve e uno spray al peperoncino. Sono stati denunciati dalla Polstrada per possesso ingiustificato di attrezzi da scasso. Le foto degli stranieri sono state divulgate a tutti i comandi delle forze dell’ordine, al fine di allargare le indagini e poter dare un nome ai lori volti, qualora già ripresi dai sistemi di sicurezza di abitazioni svaligiate. Gli agenti hanno sequestrato tutto il materiale da scasso, oltre all’auto Laguna.

 

Comments are closed.