Follonica, migranti: autista di bus aggredito da un senegalese. E’ allarme nel trasporto pubblico

Un autista della linea di autobus Tiemme è stato aggredito a Follonica da un migrante che lo avrebbe spintonato con violenza. E’ accaduto alcuni giorni fa al capolinea del bus della cittadina balneare, ma lo si è appreso solo ora dopo il caso più grave accaduto in provincia di Siena dove l’autista del bus è stato accoltellato. Il conducente ha chiesto ad un cittadino senegalese di mostrare il biglietto di viaggio ma l’uomo, infastidito, avrebbe detto al conducente di farsi gli affari suoi e pensare solo a guidare. Poi, secondo quanto si è appreso, ha iniziato ad agitarsi aggredendo il conducente spintonandolo violentemente. All’arrivo della pattuglia dei carabinieri, chiamata dagli altri passeggeri, l’uomo era già scappato. Ma le ricerche hanno consentito di individuarlo per le vie di Follonica e denunciarlo per violenza, oltraggio e interruzione di pubblico servizio. L’uomo è entrato in Italia come profugo ed ha in corso un ricorso amministrativo a seguito del rigetto della richiesta di asilo. Che gli consente di restare in Italia, secondo le norme internazionali e nazionali in vigore, che proteggono i pretesi profughi anche se compiono atti delinquenziali e turbano la civile convivenza, come accade ormai troppo spesso.

 

Comments are closed.