Fiorentina battuta dallo Sporting a Lisbona: 1-0. Giocano anche Kalinic e Mati Fernandez

Era la partita in memoria del tifoso viola Mario Ficini, morto tragicamente proprio a Lisbona in primavera. E in effetti, a parte qualche fase di gioco, si è giocato in scioltezza. Ma la Fiorentina ha mostrato di essere indietro, non solo rispetto allo Sporting, che ha vinto grazie al gol di Bas Dost al 28′ del primo tempo. I viola non hanno ancora l’impostazione da squadra. I tanti nuovi (soprattutto Gaspar, Hugo, Veretout, Zekhnini, stesso Sportiello) fanno fatica ad amalgamarsi. I vecchi, tipo Astori e Sanchez, cercano ammirevolmente di fare da riferimenti, ma non sempre ci riescono. Bravi, invece, i ragazzi, soprattutto Chiesa e Hagi. Il primo è un po’ indietro di preparazione ma non si risparmia. Hagi mostra di voler puntare a un posto da titolare. Ha meritato gli applaudi quando è uscito.

Nel secondo tempo si sono rivisti anche Tomovic, Mati Fernandez e addirittura Kalinic che sembrava difficile indossasse di nuovo la maglia viola in partita, sia pure amichevole. Né lui, né prima Babacar hanno saputo impensierire la difesa portoghese. Kalinic è sempre sul piede di partenza, ma il Milan non vuole spendere 30 milioni. E allora? Corvino è in difficoltà perché, se non parte il croato, non può arrivare Simeone dal Genoa. Stefano Pioli, alla prima sconfitta sulla panchina viola, è sulle braci: spinge perché arrivino i rinforzi promessi. Ma la sua, a 3 settimane dall’inizio del campionato, è una situazione imbarazzante. Così come hanno lasciato lo stadio preoccupati i tifosi viola (una cinquantina) che hanno seguito la squadra anche a Lisbona.

Paulo Soares

Tabellino

FIORENTINA (4-2-3-1): Sportiello, Gaspar, Hugo, Astori, Maxi, Cristoforo, Sanchez, Chiesa, Hagi, Zekhnini, Babacar

SPORTING LISBONA (4-3-3): Rui Patricio, Piccini, Coentrao, B.Fernandes, Marcos Acuna, Carvalho, Battaglia, Podence, Bas Dost, Fugueiredo, Gelson Martins.

Marcatori: nel pt al 28′ Bas Dost

 

Comments are closed.