Farmacie in Toscana: sei mesi in più aprire in centri commerciali, stazioni e aeroporti

Via libera in commissione sanità del Consiglio Regionale alla proposta di legge che regola i tempi per aprire nuove farmacie in centri commerciali, stazioni e aeroporti. Il testo, presentato dalla vicepresidente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis (Pd), è stato approvato con il voto favorevole dei gruppi di maggioranza (Pd e Articolo 1-Mdp) e il voto di astensione dei gruppi di opposizione (Lega nord, Movimento 5 stelle e Sì-Toscana a sinistra).

La proposta di legge modifica la normativa regionale e concede più tempo per l’apertura di nuove farmacie nelle strutture che attraggono grandi flussi di utenti, come indicate dal decreto ‘Cresci Italia’ del 2012. Una volta ottenuta l’assegnazione dalla Regione, sarà concesso un anno di tempo – e non solo sei mesi – per aprire la nuova attività. Molte farmacie hanno incontrato difficoltà a trovare locali idonei nel tempo di soli sei mesi, visto che l’offerta di fondi disponibili in quei contesti è molto più limitata rispetto alle normali farmacie territoriali. Di qui, la modifica alla normativa regionale, che nel testo licenziato dalla commissione accoglie anche, attraverso un emendamento, quanto emerso dalle consultazioni e in particolare da una proposta dell’assessora del Comune di Firenze, Sara Funaro, per estendere il prolungamento dei termini anche alle farmacie territoriali da trasferire per decentramento.

 

Comments are closed.