Pisa: senegalese arrestato, minacciava i passanti con coltello

Ancora un migrante coinvolto in episodi di violenza nelle nostre città. Un senegalese di 34 anni è stato arrestato stamani intorno alle 6 dalla polizia nei pressi della stazione ferroviaria di Pisa dopo una notte di scorribande nel centro storico durante le quali ha spaventato i passanti brandendo un coltello e un coccio di bottiglia. Lo straniero, già noto alle forze dell’ordine per episodi analoghi compiuti sia a Pisa che a Viareggio, si trova in carcere in attesa della convalida dell’arresto prevista per lunedì.

Secondo quanto si è appreso, il 113 la scorsa notte ha ricevuto diverse segnalazioni della presenza di un africano che dava in escandescenze brandendo un lungo coltello verso i passanti nei luoghi maggiormente frequentati della movida pisana e intorno alle 6 una volante l’ha intercettato e bloccato, una volta dentro l”auto il giovane si è procurato lievi ferite alla testa e alle mani e ha aggredito anche i poliziotti. La sua furia non si è placata neppure in caserma e per questo è stato richiesto l’intervento del 118 per accompagnarlo al pronto soccorso dove è stato sedato: l’africano è risultato positivo alla cocaina e all’alcoltest. Lo straniero, con il permesso scaduto da mesi e del quale non ha chiesto il rinnovo, è stato arrestato per resistenza, violenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere e minaccia grave. Sequestrato il coltello che aveva con sé lungo 30 cm, con almeno 20 cm. di lama.

 

Comments are closed.