Da Firenze al mare: in aumento (57% nel 2016 e 62% nel 2017) i fiorentini che vanno in vacanza

Circa 4 punti percentuali rispetto ai due anni precedenti (era il 57,1% nel 2016 e 57,3% nel 2015), ed è in calo la percentuale di coloro che si sposteranno solo il fine settimana (3%, era 6,4% nel 2016) e di coloro che non andranno per niente in vacanza (34,4%,
era 36,6% nel 2016). Dal 2008 al 2014 la percentuale di coloro che dichiaravano di andare in vacanza era in decisa diminuzione, mentre il 2015 ha segnato l’inversione di tendenza con un aumento di 32 punti percentuali, che si è mantenuto nel 2016 e si è accentuato nel 2017. Il mare resta la meta prediletta dei fiorentini.

Quest”anno sono in calo le località toscane scelte come meta di vacanza (30,5%, era 34,6% nel 2016) a favore delle località fuori regione (30,9% contro il 25,6% del 2016). In lieve calo il mare all’estero (7,1%; era 7,5% nel 2016 e 8,5% nel 2015). In crescita la montagna, in Toscana (+1,1%) ma soprattutto nelle altre località italiane (9,5%; +4,8% rispetto al 2016) dove la percentuale supera l’8,3% del 2015 dopo il calo del 2016. «Si rafforzano i segnali della ripresa economica per i cittadini di Firenze – ha sottolineato l’assessore con delega alla statistica Lorenzo Perra – L”analisi delle intenzioni di effettuare vacanze estive dei cittadini è infatti un indicatore indiretto della condizione economica e delle aspettative circa il futuro, che sono molto migliori rispetto al passato».

Ernesto Giusti

 

Comments are closed.