Cassazione su Concordia: Schettino fu negligente. Motivazione della condanna a 16 anni

Negligente: lo scrive la Cassazione, nella motivazione di condanna definitiva a 16 anni a Francesco Schettino. Il comandante della Concordia non osservò il livello di diligenza, prudenza e perizia oggettivamente dovuto ed esigibile durante il naufragio nel quale, il 13 gennaio 2012, morirono 32 persone.

I tanti morti, oltre alle 193 persone ferite, molte delle quali costrette a vivere esperienze assolutamente drammatiche, sconvolgenti, inenarrabili, i gravissimi danni causati all’ambiente, in un tratto di mare di eccezionale pregio, gli ingentissimi danni patrimoniali, sono le ragioni per cui la Cassazione spiega di condividere la decisioni della Corte d’Appello di Firenze di non concedere le attenuanti al comandante della Costa Concordia.

 

Comments are closed.