Firenze: premi Ast 2016 e Ussi a Federico Chiesa, Vigili del fuoco, Corpo forestale e alla mamma di Michela Noli

Un talento del vivaio viola che sta facendo sognare i tifosi, una mamma colpita da un lutto atroce che ha trovato la forza di combattere contro la violenza sulle donne e il Corpo dei vigili del fuoco sono tra i destinatari del Premio Giornalisti Toscani 2016 assegnato dall’Associazione Stampa Toscana e del Premio Ussi 2016 nel
corso della tradizionale cena di fine anno. Tra i premiati anche il Corpo Forestale, il prefetto di Firenze Alessio Giuffrida; il direttore della sede Rai di Firenze, Andrea Jengo, il decano dei giornalisti sportivi Carlino Mantovani. l’uomo che portò la pallacanestro fiorentina in A1, Luciano Pedini, il fondatore della Firenze Marathon, Giancarlo Romiti. I premi sono stati consegnati dal presidente dell’Associazione Stampa Toscana (e direttore di Firenze Post), Sandro Bennucci, e da Franco Morabito, presidente di Ussi Toscana.

A Federico Chiesa, diciannovenne attaccante della Fiorentina, è andato il premio Ussi 2016. Figlio d’arte (il padre è Enrico Chiesa): «Sto vivendo un sogno bellissimo – ha detto Chiesa -. Devo continuare con umiltà e determinazione, ho tanta strada davanti. Come ripete sempre mio padre, sarò un giocatore di serie A solo quando avrò raggiunto le 300 presenze». Premiato anche Pantaleo Corvino, il direttore sportivo viola, che ha sottolineato lo stretto rapporto che lo lega da sempre al mondo del giornalismo.

Forte emozione per il premio Giornalisti Toscani 2016 consegnato a Paola Alberti, mamma di Michela Noli, la trentunenne accoltellata e uccisa nel maggio scorso dall’ex marito. Insieme a Toscana Aeroporti, società della quale Michela era dipendente, e all’associazione Artemisia, Paola Alberti ha dato vita al Progetto Michela, per sensibilizzare sulle tematiche del femminicidio e della violenza di genere. A consegnare il premio anche la vicepresidente della Regione Toscana, Monica Barni, che insieme all’Ast sta lavorando ad un progetto sul linguaggio di genere nei giornali e nelle tv volto a formare e prevenire soprattutto tra le generazioni più giovani. Il Corpo dei vigili del fuoco è stato premiato attraverso il suo direttore regionale Gregorio Agresta, il comandante provinciale Roberto Lupica e l’addetto stampa, Maurizio Malesci, per l’impegno sul territorio e per il costante ed accurato flusso di informazioni che sono in grado di offrire ai giornalisti.

Premiati anche gli uomini del Corpo Forestale dello Stato con il comandante provinciale Luigi Bartolozzi e la responsabile della comunicazione del Corpo, dottoressa Armellini, per l’impegno capillare nella regione più boscosa d’Italia. Al prefetto di Firenze Alessio Giuffrida è andato il premio per il sostegno e la collaborazione attiva ai progetti di formazione della categoria che si concretizzeranno nel prossimo febbraio in tre appuntamenti formativi realizzati insieme alle forze dell’ordine. Riconoscimento anche al direttore della sede Rai della Toscana, Andrea Jengo, per la collaborazione con il sindacato dei giornalisti anche per i corsi con i crediti formativi. Lo ha ritirato Federico Monechi, vice redattore capo della redazione Rai della Toscana.

All’iniziativa sono giunti i saluti del presidente e del segretario nazionale della Fnsi Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso mentre era presente a Firenze il direttore generale della Fnsi Giancarlo Tartaglia che ha ricordato come quella attuale sia la crisi più dura mai sostenuta dal mondo del giornalismo e dell”editoria del nostro Paese ma anche che «siamo sempre riusciti a risolvere problemi anche gravi grazie all’unità della categoria ed è questo un elemento di forza che oggi più che mai va mantenuto».

(Ernesto Giusti)

 

Comments are closed.