Caccia: la nuova legge divide la Toscana in 15 Atc. Approvata dal Consiglio regionale

Sono quindici gli ambiti territoriali di caccia, al posto dei precedenti diciannove e dei nove individuati dalla precedente norma toscana dichiarata illegittima dalla Corte costituzionale. E’ quanto prevede la nuova riforma degli Atc in Toscana, approvata a maggioranza dal Consiglio regionale. I comitati di gestione degli ambiti rimarranno in carica per cinque anni e gli organi direttivi verranno nominati entro il prossimo 31 dicembre.

Il testo è stato illustrato in Aula dal presidente della commissione sviluppo economico e rurale, Gianni Anselmi (Pd), che ha evidenziato come tra i punti principali della norma ci siano la composizione dei comitati di gestione, la durata dei mandati, oltre alla volontà della legge di affrontare la questione della perimetrazione degli ambiti. Le nuove disposizioni modificano la legge toscana in materia, la 3 del 1994. Per provvedere alla ripartizione del territorio agro-silvo-pastorale destinato alla caccia programmata in ambiti territoriali di dimensioni sub provinciali, possibilmente omogenei e definiti da confini naturali, tenendo presenti le peculiarità del territorio regionale.

Il dispositivo prevede inoltre, la costituzione obbligatoria, da parte degli Ambiti, di un ufficio con funzioni di centrale unica di committenza per le procedure che gli Atc, nell’ambito delle funzioni pubbliche loro attribuite, svolgono per l’acquisizione di forniture e servizi e per il conferimento di incarichi professionali, di importo superiore a 5 mila euro.
L’Aula ha respinto una serie di emendamenti, oltre una ventina, presentati dalle opposizioni e una proposta di risoluzione del Movimento 5 stelle. Respinta anche una proposta di legge presentata dal gruppo della Lega Nord, primo firmatario il consigliere Roberto Salvini. Il testo voleva consentire ai portatori d’interesse del mondo agricolo e venatorio, che da soli compongono la maggioranza dei comitati di gestioni degli Atc, ha rilevato Salvini nel corso della presentazione, di eleggere in modo democratico le proprie rappresentanze

 

Comments are closed.