Università di Firenze: inaugurato l’anno accademico. Più 8% nuovi iscritti. Ricordate le studentesse morte a Tarragona

rettoratoGli iscritti nuovi sono in sensibile aumento (+8 %), quasi 24 milioni di euro di fondi europei e nazionali assegnati a 110 progetti di ricerca, una crescita del 10 per cento del numero degli studenti impegnati all’estero in Erasmus. Sono alcuni dati della relazione del rettore Luigi Dei, oggi, 2 dicembre, all’inaugurazione dell’anno accademico che, per la prima volta, si è svolta in Palazzo Vecchio. La cerimonia si è aperta con il saluto del sindaco, Dario Nardella, che ha sottolineato il forte legame tra la città e il suo ateneo, nell”obbiettivo Comune di creare un ambiente favorevole alla crescita delle persone, attraverso la difesa delle tradizioni ma misurandoci con le sfide di oggi.

Il rettore ha annunciato che nel 2017 l’ateneo tornerà ad un assetto stabile del personale docente, dopo anni di costante calo. Nel 2016 sono stati attivati, ha sottolineato, bandi per il reclutamento complessivo, su fondi dell’ateneo, di 150 ricercatori a tempo indeterminato, 23 professori associati, 16 professori ordinari. Il rettore, parlando degli studenti impegnati in Erasmus, ha ricordato le tre studentesse morte in Spagna. «Purtroppo – ha detto – questa meravigliosa idea del nostro continente è stata funestata a marzo scorso dalla tragedia di Tarragona, la cui ferita è tutt’oggi aperta e dolorosa. Ma proprio nella vivida memoria delle nostre tre ragazze, dobbiamo guardare avanti e impegnarci con energia vitale».

 

Comments are closed.