Estra, emissione obbligazionaria da 80 milioni

logot24Estra, uno dei principali player toscani nel campo della distribuzione e vendita del gas, ha concluso con successo l’emissione di un prestito obbligazionario unsecured e non convertibile di 80 milioni di euro (garantito dalla controllata Centria), sottoscritto da investitori internazionali. Le obbligazioni, con una durata pari a sette anni, presentano una cedola del 2,45%: l’operazione (il mandato è stato affidato a Banca Imi con Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners come consulente legale, mentre White & Case ha agito da consulente legale di Estra), spiega l’azienda, verrà utilizzata «per finanziare le attività del gruppo, con l’effetto di ottimizzare la flessibilità e la forza finanziaria».

L’emissione rappresenta un ulteriore passo per Estra «verso la diversificazione delle fonti di finanziamento, il miglioramento del profilo di indebitamento del gruppo, allungandone la durata media».

Estra«Il collocamento delle obbligazioni – dice l’amministratore delegato di Estra, Alessandro Piazzi – è un altro importante passo per far fronte agli ordinari piani di investimento che per l’anno corrente hanno già superato quota 50 milioni e alle necessità finanziarie in vista delle prossime gare per la distribuzione del gas per le quali Estra intende far valere il suo alto know how tecnologico. Nonostante il closing dell’operazione abbia coinciso con un momento non particolarmente felice per i mercati finanziari, abbiamo ottenuto la fiducia di grandi investitori istituzionali con un costo che riteniamo interessante per l’azienda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

 

Comments are closed.