Mps, conversione dei bond a 24,9 euro a azione

logot24Il consiglio di amministrazione di Mps, che si è tenuto ieri dopo l’assemblea, ha fissato in 24,9 il prezzo massimo a cui verranno convertite le obbligazioni subordinate oggetto all’offerta volontaria di conversione. Il valore, precisa l’istituto bancario, tiene conto della decisione di raggruppare le azioni nel rapporto di 1 a 100. il prezzo puntuale di conversione, per il quale non viene indicato un valore minimo, «sarà pari» a quello che il consiglio di amministrazione fisserà con «successiva delibera» per sottoscrivere la restante parte dell’aumento di capitale.

Il consiglio di amministrazione ha dichiarato «inscindibile» la ricapitalizzazione fino a cinque miliardi di euro «da liberarsi integralmente entro il 31 dicembre 2016» e ha esercitato parzialmente la delega nella parte relativa alla conversione volontaria in azioni delle obbligazioni subordinate (liability management exercise).

Qualora l’intero aumento non dovesse essere completato anche «la componente relativa al liability management non troverà esecuzione» e dunque le obbligazioni non saranno convertite. La parte dell’aumento al servizio della conversione che non dovesse essere sottoscritta sarà destinata ad altre tranches dell’aumento di capitale complessivo. Chi aderirà all’offerta sui bond sarà vincolato a reinvestire il corrispettivo incassato dalla banca in azioni di nuova emissione.

Monte PaschiL’istituto, infine, ha deciso di nominare Maria Elena Cappello alla presidenza del comitato nomine e di inserire il neo consigliere Massimo Egidi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

 

Comments are closed.