Mps, Generali studia la conversione dei bond

logot24Disinvestire dalle azioni di Mps per reinvestire sui bond subordinati, con l’ottica di coprirsi e fare arbitraggio in sede di aumento di capitale. È questo l’atteggiamento che sembrano aver adottato ieri, come negli ultimi giorni, gli investitori di Mps, in special modo gli hedge fund. Un tema, quello della conversione dei bond, che interessa da vicino molti investitori istituzionali, che dovranno fare riferimento ai dealer manager nominati ieri dalla banca per la loro conversione (Jp Morgan, Mediobanca, Santander, Citigroup, Credit Suisse, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Merrill Lynch, Mps Capital Services).

Tra i soggetti invece interessati alla conversione, scrive Il Sole 24 Ore oggi in edicola, c’è Generali. Il dossier ha già fatto un passaggio nel consiglio di amministrazione della prima assicurazione del paese. Con un primo importante risultato: il board ha stabilito che l’eventuale decisione di aderire alla conversione andrà di fatto di pari passo con l’annullamento dell’impegno in Atlante 2.

Monte dei PaschiIl gruppo detiene circa 400 milioni di titoli e la trasformazione delle obbligazioni in azioni proietterebbe Trieste tra i primi grandi soci singoli della banca senese. A conti fatti, la compagnia potrebbe arrivare a possedere fino al 7-9% dell’istituto guidato da Marco Morelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

Comments are closed.