Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale

zone ruraliChe cos’è il FEASR?

Il “Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale” (FEASR) punta, fra l’altro, alla promozione dello sviluppo economico nelle zone rurali. I fondi per lo sviluppo rurale sono erogati dalle Autorità di gestione nominate dagli Stati membri. A seconda delle esigenze e delle scelte operate da ciascuno Stato membro, può essere erogato un sostegno:

  • a favore della diversificazione degli imprenditori agricoli verso attività extra-agricole;
  • per lo sviluppo di PMI non agricole in zone rurali e il loro coinvolgimento in attività di turismo sostenibile e responsabile;
  • per il ripristino/la riqualificazione del patrimonio culturale e naturalistico di villaggi e paesaggi rurali.

Per maggiori informazioni: http://enrd.ec.europa.eu/policy-in-action/cap-towards-2020/rdp-programming-2014-2020/legislation-and-guideline/en/legislation-and-guideline_en.cfm

Tipo di azioni in ambito turistico ammissibili al finanziamento

Le azioni ammissibili sono elencate nei “Programmi di sviluppo rurale” (PSR) nazionali e regionali stilati dagli Stati membri. A seconda delle scelte operate, i PSR possono finanziare:

  • azioni di formazione professionale e acquisizione delle competenze (corsi, seminari, coaching, ecc., ad esempio su come sviluppare il turismo rurale), attività dimostrative e d’informazione;
  • servizi di consulenza per aiutare gli imprenditori agricoli, i proprietari di terreni boschivi, altri gestori di terreni e le PMI delle zone rurali a migliorare il risultato economico delle loro attività;
  • incentivi all’avvio di attività economiche, investimenti per le attività non agricole nelle zone rurali (accoglienza in ambito rurale, negozi, ristoranti, visite guidate, ecc.);
  • redazione e aggiornamento di piani per lo sviluppo dei comuni e dei villaggi nelle zone rurali;
  • investimenti con finalità pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala;
  • studi e investimenti relativi alla manutenzione, al ripristino e alla riqualificazione del patrimonio culturale e naturale dei villaggi, del paesaggio rurale e dei siti ad alto valore naturalistico, compresi gli aspetti socioeconomici di tali attività, nonché azioni di sensibilizzazione ambientale;
  • cooperazione tra almeno due soggetti (creazione di cluster e reti; cooperazione tra piccoli operatori per organizzare processi di lavoro in comune e condividere impianti e risorse per sviluppare e/o commercializzare servizi turistici inerenti al turismo rurale; ecc.).

Chi può presentare la candidatura nel settore del turismo?

  • Ogni persona fisica o giuridica attiva nelle zone rurali (imprenditori agricoli, società operanti nel settore forestale, PMI che operano nelle zone rurali, ecc.);
  • “Gruppi di azione locale” (LEADER – CLLD).

Tipo e livello di finanziamento

Il FEASR eroga sovvenzioni con un tasso minimo di partecipazione del 20%. Ogni “Programma di sviluppo rurale” approntato dagli Stati membri include una tabella che stabilisce un tasso specifico di partecipazione FEASR per ciascun tipo di intervento. Se del caso, la tabella indica separatamente il tasso di partecipazione del FEASR per le regioni meno sviluppate e le altre regioni. Il PSR definisce inoltre che cosa viene considerata un’infrastruttura di piccole dimensioni. Per le azioni di cooperazione il sostegno è limitato a un massimo di 7 anni.

Come presentare la candidatura e quando

Individuate l’Autorità di gestione (responsabile del programma) che corrisponde alla portata del vostro progetto e al luogo in cui volete realizzarlo. L’Autorità di gestione pubblica le informazioni relative alla presentazione delle candidature sul proprio sito Internet. Le Autorità di gestione sono elencate nel sito Internet dei Ministeri dell’agricoltura degli Stati membri.

Comments are closed.