Frescobaldi accelera sul turismo

CantineIl gruppo vitivinicolo toscano Marchesi Frescobaldi, scrive Il Sole 24 Ore oggi in edicola, rilancia sull’operazione turismo accelerando le ristrutturazioni a fini di hospitality di borghi e casali che si trovano nelle numerose proprietà dell’azienda in Toscana.

L’operazione ricettività è partita nel 2014 nella tenuta storica di Pomino, borgo che si trova nelle colline tra Firenze ed Arezzo. Il progetto hospitality interessa oggi un altro borgo, quello intorno al castello di Nipozzano, sempre nelle colline fiorentine, non lontano dalla cantina di Sieci, nel Comune di Pontassieve. Qui Frescobaldi ha cantine, centro di imbottigliamento ed ha concentrato il quartier generale del gruppo delocalizzando gli uffici da Firenze. «Crediamo nel turismo e puntiamo a farne via via un comparto di interesse per il gruppo», commenta Lamberto Frescobaldi.

Da un lato il gruppo investe nell’area del Chianti classico. Dall’altro rilancia sul polo di Montalcino (Siena) intorno alla tenuta di Castel Giocondo, anch’essa interessata dal progetto hospitality.

«Puntiamo sul mercato italiano e su quello estero – dice Giovanni Geddes di Filicaja, amministratore delegato della Frescobaldi -. Frescobaldi, Ornellaia e Masseto sono marchi leader e di riferimento in tutto il mondo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

Comments are closed.