Omologata un’auto elettrica made in Tuscany

auto elettricaL’agenzia britannica Vca (Vehicle certification agency) ha omologato un nuovo veicolo elettrico che verrà prodotto in serie dal 2017 in Toscana, nello stabilimento della società Alfazero di Colle Val d’Elsa (Siena). L’omologazione consentirà di commercializzare il nuovo messo, che si chiama Quick, in tutta Europa. Della minicar esistono prototipi già testati in strada, mentre è in atto il processo di industrializzazione che precederà l’entrata in produzione, programmata ai primi mesi dell’anno prossimo: previsti a regime, spiega l’azienda, 1.000 veicoli l’anno. Alfazero ha sviluppato il progetto da un punto di vista ingegneristico e di design, in parte anche in collaborazione con l’Università di Firenze.

Da un punto di vista tecnico Quick viene definito “quadriciclo elettrico pesante”: ha un’abitabilità fino a tre posti (due persone davanti, un passeggero dietro), un ampio vano bagagli, ed è adatto ai brevi spostamenti nei centri urbani. Tra le caratteristiche la maniglia “intelligente” che con led a colori diversi segnala dall’esterno lo stato della ricarica delle batterie, soluzione idonea ad eventuali applicazioni di “car sharing”. Può essere caricato sia a corrente alternata (in pratica quella “di casa”, da zero servono circa tre ore) o a corrente continua alle colonnine elettriche (circa 20 minuti di tempo da zero, la cosiddetta “ricarica veloce”).

Alfazero è partecipata da Bassilichi (37,7%), Ramera (37,7%) e Xentrum (24,6%): il capitale sociale è di 5,7 milioni di euro. Il progetto di Quick è attivo dal 2013 e solo nel 2015 sono stati investiti quattro milioni di euro in ricerca, sviluppo e capitalizzazione. La società adesso conta 70 dipendenti, che dovrebbero in futuro salire intorno a 100 quando le produzioni si estenderanno al veicolo elettrico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

Comments are closed.