Prato. Ivana Santini la Signora dei 730

ivanaCara Ivana che titolo farebbe per parlare del suo lavoro nel periodo dei 730

Il periodo della compilazione del modello 730 è senza dubbio stressante e gratificante nello stesso tempo …. per questo lo chiamerei  “Gioie e dolori di un cittadino alle prese con il fisco”.

Perché parla di gioie e dolori  per il cittadino?
La fiscalità in questi ultimi anni è diventata sempre più complessa, difficile comprendere le mille sfaccettature che ogni anno si presentano. Qualche anno fa il modello 730 era davvero di facile compilazione, ma oggi, nonostante si continui a parlare sempre di semplificazione, non è facile entrare nei meccanismi del fisco, specialmente per il comune  cittadino che cerca di capire ciò che è meglio fare per se stesso e la propria famiglia.

Quanti persone si rivolgono all’ufficio della Confesercenti di Prato che lei coordina?
Tante persone si rivolgono all’Ufficio CAAF della Confesercenti di Prato, e con soddisfazione devo dire che ogni anno aumentano: questo è un dato che ci permette di capire che svolgiamo un buon lavoro, che la nostra professionalità viene riconosciuta e apprezzata.

Cosa l’ha colpita di più nei soci della Confesercenti di Prato che si rivogono a lei per la compilazione della propria denuncia dei redditi
Senza dubbio le persone un po’ più avanti con gli anni. Anche se le tasse nell’immaginario collettivo sono vissute come qualcosa di negativo, molti dei nostri associati, pur considerando il prelievo fiscale a volte eccessivo, decidono di pagare tutto subito, vogliono essere puntuali nei  pagamenti:  per loro è più importante essere in regola che il dispiacere di pagare! Se a volte dimenticano qualcosa, non esitano a rifare la fila pur di non avere il dubbio di aver fatto le cose in modo giusto.

Deducibilità…. Detraibilità……ma i contribuenti comprendono?
Per i più questi termini non sono di facile comprensione, anche se tutti noi cerchiamo di far capire bene la differenza che esiste fra deducibilità e detraibilità. Spesso però veniamo interrotti perché i nostri associati, e questa è la cosa più bella, si fidano del nostro lavoro e sono sicuri di essere seguiti nella  maniera più giusta .

Ma questo famoso modello precompilato funziona o non funziona?
Il modello precompilato è un grande aiuto per i CAAF: in molti casi ci permette di scoprire qualche reddito ‘dimenticato’, qualche terreno non dichiarato, ma per le spese la situazione si complica, perché l’Agenzia delle Entrate non invia ancora tutte le spese sostenute da noi cittadini. Rispetto all’anno scorso la situazione è migliorata, e l’anno prossimo sicuramente migliorerà ancora …. credo però che solo le persone più giovani, o quelle che lavorano nel settore, possano pensare di compilare  e trasmettere in proprio il modello!

Ci racconta qualche anedotto curioso?
Ne avrei non uno da raccontare, ma cento! Mi limiterò solamente a sottolineare il rapporto che le persone che si rivolgono da tanti anni alla Confesercenti (molti  anche dal secolo scorso!) hanno instaurato con tutte noi : ci raccontano cose belle e a volte anche meno belle, ma con la voglia di condividere qualcosa di personale, rendendoci partecipi della loro vita. Questo penso sia una cosa che non ha prezzo!

CARA IVANA Una sua ultima considerazione
La mia ultima considerazione è quella che tutti vorremmo: un fisco equo per tutti, una dichiarazione di facile compilazione, un giusto dare e avere anche  da parte dell’amministrazione pubblica!

Comments are closed.