Euro2016 al via: droni sopra gli stadi. Francia-Romania (stasera ore 21, Rai1)

euro2016_2Sono in due, a Parigi, a fremere più di tutti in queste ore. Uno è Dider Deschamps, ct della nazionale di Francia che parte per vincere quest’Euro2016 fatto in casa che debutta stasera (ore 21, diretta su Rai1) contro la Romania di Iordanescu. Se dovesse, non solo stasera ma anche nel prosieguo del campionato, fallire finirebbe nel tritacarne mediatico. L’altro è il presidente Hollande: teme il terrorismo che ha già insanguinato la Francia e l’Europa. Ma è preoccupato anche per gli scioperi che possono inceppare la macchina organizzativa, finendo per rendere più complicata la vita Oltralpe nel momento in cui va in scena il campionato europeo dei record: per la prima volta sono 24 le squadre che si giocheranno il titolo di campione del vecchio continente. La Francia, si è detto, figura fra le favorite con le solite: Spagna e Germania. Ma sono pronte a sorprendere anche la Croazia e il Belgio, avversario dell’Italia di Antonio Conte, che sfiderà lunedì 13 giugno a Lione. Un’Italia apparentemente modesta, ma una volta tanto il ruolo dell’outsider può farle addirittura comodo.

SICUREZZA – Sono molte le preoccupazioni per la prima partita, soprattutto da parte di chi deve garantire la sicurezza. Il prefetto di Parigi, per esempio, non avrebbe voluto il maxischermo sotto la Torre Eiffel. Ma il governo gliel’ha imposto. E saranno affari seri provvedere al rischio zero. L’apparato di sicurezza è forte di circa 90mila persone. Nella sola regione parigina è prevista la presenza di 1200 militari e 3000 poliziotti in più rispetto ai 10 mila agenti di sicurezza già presenti. “Sopra ogni campo di calcio ci sarà una no fly zone,verrà attivato uno scudo antidroni che ci permetterà di prendere il controllo di qualsiasi oggetto volante che venga individuato” ha dichiarato Ziad Khoury, responsabile della sicurezza per Euro 2016. Quindi Parigi e le altre otto città (Lille, Lens, Lione,Saint-Etienne, Bordeaux, Tolosa, Marsiglia e Nizza) che accoglieranno dal 10 giugno al 10 luglio le 24 nazionali, saranno controllate a tappeto dalle forze di polizia e all’interno degli impianti dalla Uefa che è proprietaria della Joint-venture insieme alla Federazione francese. Ognuna delle 24 squadre avrà anche a disposizione due agenti speciali dell’unità anti-terrorismo della Polizia francese e un ufficiale di coordinamento della sicurezza che vigilerà sul soggiorno delle squadre in ritiro e organizzerà anche le trasferte verso gli stadi.

 

Comments are closed.