Area geotermica, più appalti per le imprese nel 2015

geotermiaAd un anno dall’attivazione del primo protocollo totalmente “local content”, firmato nel giugno 2015 da Enel Green Power e dai Comuni toscani dell’area geotermica, i dati rivelano che le imprese dei territori geotermici hanno aumentato la loro attività con ricadute economiche in appalti pari a quasi 14 milioni di euro nei primi cinque mesi del 2015. Inoltre due importanti gare Enel green power per la realizzazione di impianti geotermici in Cile e in Germania sono state vinte da ditte toscane consorziate, delle zone della Valdicecina e di Pomarance.

Durante il tavolo di aggiornamento periodico dell’Osservatorio geotermico, che si è svolto nella sede Enel di Larderello (Pisa), sono state presentate una serie di iniziative, a partire dall’offerta di Enel Energia con sconto del 10% per le aziende dei territori geotermici. Novità anche nel campo dell’innovazione grazie ai progetti con Cnr e Università di Firenze, per l’utilizzo dell’anidride carbonica carbon free, nel settore di formazione con i corsi di tecnologie geo e con i percorsi di collaborazioni attivati negli istituti tecnici e professionali dell’area dell’Amiata.

«Nell’ultimo periodo – dice il sindaco di Pomarance (Pisa) Loris Martignoni, a nome dei sindaci e delle istituzioni presenti – è evidente il cambiamento di marcia e di rapidità di risultati, grazie al lavoro congiunto che abbiamo svolto come istituzioni, aziende e soggetti economici del territorio, ognuno per la parte di propria competenza nel rispetto dei ruoli e delle competenze. Oltre agli importanti risultati raggiunti, i progetti di sviluppo futuri, sia in termini di possibilità di portare sul territorio realtà sempre più specializzate nel settore elettromeccanico sia per altri usi della geotermia come coltivazione delle alghe e progetti di ricerca innovativa, ci aprono prospettive importanti. Come sindaci continueremo a monitorare la situazione e a collaborare con Enel green power per favorire lo sviluppo economico, occupazionale e ambientale del territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

Comments are closed.