Contributi per rafforzare la formazione in salute e sicurezza nel luoghi di lavoro

sicurezza sul lavoroForma di agevolazione:

Contributo a fondo perduto.

Attività agevolabili:

Finanziare una campagna nazionale di rafforzamento della formazione prevista dalla legislazione vigente in materia di salute e sicurezza sul lavoro, destinata alle piccole, medie e micro imprese.

Destinatari:

Datori di lavoro delle PMI; piccoli imprenditori di cui all’art. 2083 del codice civile; lavoratori compresi quelli stagionali, delle piccole, medie e microimprese; rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS/RLST) delle PMI; soggetti individuati ex art. 21 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i.

Soggetti attuatori:

I Soggetti attuatori sono: a) Organizzazioni sindacali dei lavoratori e organizzazioni sindacali dei datori di lavoro125, che, per la realizzazione, possono avvalersi anche di strutture formative di diretta o esclusiva emanazione; b) Organismi paritetici126; c) Università; d) Dipartimento dei Vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile; e) Ordini e collegi professionali, limitatamente ai propri iscritti; f) Enti di patronato; g) Soggetti formatori accreditati in conformità al modello di accreditamento definito in ogni Regione e Provincia autonoma.

Le imprese, cui sono dedicati i progetti, delegano la presentazione della domanda di finanziamento, esclusivamente ai Soggetti attuatori, in forma singola o in aggregazione.

Progetti ammessibili:

Progetti in materia di salute e sicurezza sul lavoro realizzati in almeno quattro Regioni (una Regione per ciascuna delle seguenti quattro macroaree: nord, centro, sud, isole) relativi ai seguenti ambiti:

A. Formazione finalizzata all’adozione di modelli di organizzazione e di gestione in un’ottica di sviluppo del sistema delle relazioni e del cambiamento della cultura organizzativa;

B. Formazione per i soggetti componenti dell’impresa familiare e lavoratori autonomi sui rischi propri delle attività svolte;

C. Formazione sugli aspetti organizzativo-gestionali e tecnico-operativi nei lavori in appalto e negli ambienti confinati, con particolare riferimento alla gestione delle emergenze;

D. Formazione per l’adozione di comportamenti sicuri, finalizzati alla prevenzione del fenomeno infortunistico e tecnopatico;

E. Formazione sulla valutazione dei rischi con particolare attenzione allo stress lavoro correlato, alle lavoratrici in stato di gravidanza, etc.;

F. Formazione sulla gestione dei rischi in ambiente di lavoro legati alla dipendenza da alcool, sostanze psicotrope e stupefacenti.

Scadenza e domanda:

La domanda deve essere presentata entro le ore 13,00 del giorno 10 giugno 2016.

Entità contributo:

Il progetto di formazione è finanziato per un importo pari al totale dei costi ammissibili. Il finanziamento erogabile varia tra €200.000,00 e €800.000,00.

Ulteriori informazioni: e.rotoli@inail.it

 

Comments are closed.