«Servono più investimenti pubblici e privati»

Clipboard-0011La crescita dell’economia toscana, avviata nel 2015, è destinata a stabilizzarsi nei prossimi anni, ma è ancora troppo lenta per far recuperare il terreno (e l’occupazione) perduto durante gli anni della crisi. Per questo il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha sollecitato uno scatto in avanti stamani, in occasione della presentazione del tradizionale Rapporto sulla situazione economica toscana realizzato da Irpet e Unioncamere Toscana.

«Dal 2008 a oggi in Italia sono mancati 600 miliardi di investimenti e 45 nella nostra regione – ha detto Rossi -. In Toscana la situazione è buona se ci paragoniamo al resto del Paese per crescita e riduzione della disoccupazione, ma se guardiamo al resto dell’Europa non c’è da stare tranquilli. Servono maggiori investimenti pubblici e privati per consolidare la ripresa».

Tre le azioni che il presidente toscano giudica fondamentali per dare stabilità e impulso alla ripresa: maggiori investimenti, riduzione del cuneo fiscale per ridurre il costo del lavoro e stimolare l’assunzione di giovani, e una legge contro la povertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

Comments are closed.