Empolese Valdelsa. Bolkestein, a che punto siamo? Stamani un primo incontro con gli amministratori del territorio

Bolkestein 4Importante incontro stamattina, tra Assessori al Commercio e dirigenti degli 11 Comuni del territorio e i principali rappresentanti dell’A.N.V.A Confesercenti Empolese-Valdelsa (Paolo Maestrelli, Luca Taddeini, Tinti Romano) per un primo confronto su tempi e modalità di applicazione della Direttiva Bolkestein, che, come noto, rischia di stravolgere gli equilibri di un settore, quello del commercio su area pubblica, che, nella nostra zona rappresenta ancora oltre il 20% della rete distributiva commerciale.

La mattinata è iniziata con l’introduzione del Responsabile Confesercenti di area Lapo Cantini che ha ricordato come, con la nuova normativa, da qui ai prossimi anni, potranno essere messe a bando, tra fiere, mercati, posteggi isolati oltre 3000 concessioni su area pubblica: un vero patrimonio in termini di reddito ed occupazione.

A seguire la relazione del Responsabile A.N.V.A Città Metropolitana, Daniele Nardoni, che ha insistito sui temi dell’uniformità dei bandi a livello di area Empolese-Valdelsa, difesa dei posti di lavoro esistenti, modernizzazione e qualificazione di Fiere e mercati.

Per i Comuni sono intervenuti la totalità degli Assessori presenti (Montespertoli, Montelupo, Castelfiorentino, Empoli, Vinci, Certaldo, Fucecchio) sottolineando, nel complesso, la condivisibilità delle proposte giunte dalla categoria, soprattutto su uniformità normativa e tutela delle imprese che operano in una situazione di regolarità.

La riunione si è quindi conclusa con il comune auspicio di rivedersi quanto prima, con l’obbiettivo di siglare accordi per una corretta, uniforme applicazione della nuova normativa anche partendo dalla necessità di valorizzare gli eventi su area pubblica del territorio.

Per Paolo Maestrelli e Luca Taddeini, dirigenti A.N.V.A stamani presenti alla riunione, “si è trattato di un primo passo avanti per disinnescare un complesso di norme potenzialmente devastante per la categoria e quindi garantire un futuro di certezze, anche nel nostro territorio, per le imprese su area pubblica”.

Comments are closed.