Finanziamenti agevolati per migliorare e salvaguardare la solidità patrimoniale delle imprese esportatrici

exportForma di agevolazione

Finanziamento a tasso agevolato. In regime de minimis.

Finalità

Migliorare e salvaguardare la solidità patrimoniale delle imprese esportatrici per accrescere la loro capacità di competere sui mercati esteri.

Beneficiari

PMI aventi sede legale in Italia, costituite in forma di società di capitali ed aventi i seguenti requisiti:

  • che abbiano realizzato nei 3 esercizi precedenti la domanda di finanziamento un fatturato estero pari, in media, ad almeno il 35% del fatturato totale;
  • che abbiano un progetto di incremento del patrimonio con trasformazione in SpA.

Al momento dell’erogazione del finanziamento le imprese beneficiarie devono essere costituite in forma di SpA.

Scadenza domanda

La domanda di finanziamento può essere presentata in qualunque momento su apposito modulo pubblicato www.simest.it e su www.mise.gov.it.

Iniziative ammissibili

Le imprese, per presentare domanda, devono presentare il loro piano di sviluppo sui mercati esteri.

Il livello di soglia di solidità patrimoniale in entrata delle aziende(ricavato dall’indice di copertura delle immobilizzazioni – rapporto tra patrimonio netto e attività immobilizzate nette), è parametrato al livello soglia (0,80), per le imprese industriali/manifatturiere e uguale a 1,00 per le imprese commerciali/di servizi. Se il livello di ingresso dell’azienda è inferiore al livello soglia l’obiettivo è quello di raggiungerlo o superarlo; se, invece, è uguale o superiore, l’obiettivo è di mantenerlo o incrementarlo. Non sono ammissibili al finanziamento domande di PMI con livello di solidità patrimoniale superiore a 2,00.

Il finanziamento è concesso al tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria vigente alla data della delibera di concessione.
Se poi l’impresa ha raggiunto l’obiettivo di raggiungere il livello di soglia o di mantenere o migliorare il livello di ingresso, l’agevolazione viene confermata con rimborso del finanziamento in 5 anni, con rate in linea capitale costanti, semestrali e posticipate, decorrenti dalla fine del secondo esercizio della fase di erogazione, ad un tasso agevolato pari al 15% del tasso di riferimento (purché non inferiore allo 0,50% annuo).

Importo massimo del finanziamento

Il finanziamento agevolato è concesso nel limite del 25% del patrimonio netto dell’impresa richiedente, e non può superare l’importo di 300.000,00 euro. Il finanziamento può, comunque, essere concesso per un importo non superiore a quello consentito dall’applicazione del Regolamento comunitario de minimis.

Per ulteriori informazioni: barbara.clementi@mise.gov.it

Comments are closed.