Uffici postali, scatta lo sciopero degli straordinari

Clipboard-0008E’ stato proclamato dalla Cisl territoriale uno sciopero degli straordinari e delle prestazioni aggiuntive per tutti i lavoratori di Poste italiane dei settori sportelleria e recapito delle province di Firenze e Prato. L’agitazione, dal 9 giugno all’8 luglio, è stata presa, specifica il sindacato, per protestare contro la carenza di personale e le non più «accettabili pressioni commerciali».

«Ci dispiace per i clienti che in questo mese subiranno ulteriori disagi – dice il segretario territoriale Cisl Poste, Marco Nocentini –. Sappiamo però che ci stiamo battendo per poter offrire a loro un servizio migliore. In provincia di Firenze e Prato il personale applicato alla sportelleria e al recapito è insufficiente a garantire i servizi ai cittadini e questo determina una situazione pesante».

Secondo Nocentini, inoltre, la nuova organizzazione del recapito a giorni alterni che partirà dal 27 giugno nella provincia di Prato produrrà «grossissimi disservizi, è un modello organizzativo già sperimentato in altre province come Arezzo e sta facendo acqua da tutte le parti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

Comments are closed.