Firenze, Festa della polizia: efficace l’attività di contrasto, con il calo di delitti (-7,2%), in particolare furti (-9,7%) e rapine (-21,1%)

PoliziaMentre il 164.esimo annuale della fondazione della odierna Polizia di Stato, nata nel 1852 come Corpo delle Guardie di P.S., era stato festeggiato il 25 maggio nella capitale alla presenza del Capo dello Stato, ieri la celebrazione si è spostata in ogni capoluogo di provincia, organizzata dai Questori. A Firenze il questore Alberto Intini ha scelto per la cerimonia una sede di notevole prestigio, quella dell’ex tribunale cittadino di piazza San Firenze che dopo il trasferimento a Novoli è rientrata nella disponibilità del Comune. Sulla storica scalinata e nelle adiacenze a dare il benvenuto agli Ospiti c’erano alcune auto e moto in colori d’istituto, una pattuglia ippomontata, una unità cinofila, una rappresentanza delle nuove unità di pronto intervento UOPI.

La cerimonia è cominciata nella sede della Questura dove alle ore 09.00, alla presenza dei Funzionari, delle Specialità, nonché dell’A.N.P.S., sono stati resi gli onori ai caduti della Polizia di Stato con la deposizione di una corona d’alloro alla lapide loro dedicata. La manifestazione è poi proseguita in Piazza San Firenze dove, alla presenza delle Autorità civili, militari e religiose, è stata data lettura dei messaggi del Capo dello Stato, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia. Il questore più che sulla consueta, fredda analisi dei risultati ottenuti nel decorso anno dalla Questura e dalle Specialità, ha inteso soffermarsi sul quotidiano impegno delle donne e degli uomini della polizia della nostra provincia, in attività anche di intelligence investigativa ,non sempre esteriormente visibile al cittadino ma non per questo meno importante ed efficace, all’insegna del motto «Esserci sempre» che anche quest’anno si è voluta dare l’Istituzione. A seguire, la consegna dei riconoscimenti per merito di servizio al personale che si è particolarmente distinto nelle operazioni di servizio.

A fine informativo, con riferimento ai reati commessi si rappresenta che dal confronto dei dati statistici tra il 2014 e il 2015 è emerso, complessivamente, un calo dei delitti del 7,2 %. Nello specifico, diminuiscono in generale furti e rapine, rispettivamente del 9,7% e del 21,1%. Per quanto riguarda l’azione di contrasto e prevenzione, è stato riscontrato un aumento degli arresti del 11,6%, mentre le persone controllate passano da 179.212 nel 2014 a 228.418 nel 2015 (+27,5%). Le chiamate al 113 infine aumentano da 182.968 nel 2014 a 192.876 nel 2015.

 

Comments are closed.