Utile di 500mila euro per Italia Comfidi nel 2015

Italia ComfidiL’assemblea di Italia Comfidi, la società consortile per il credito alle Pmi di Confesercenti Toscana, ha approvato il bilancio 2015 che registra un utile di oltre 500mila euro (nel 2014 è stato 110mila euro).

Italia Comfidi è per numero di imprese socie il primo confidi nazionale espressione di un’associazione datoriale: 87,9 milioni di euro di patrimonio di vigilanza, 92 milioni quello netto e conta oltre 66mila imprese socie. L’attività svolta nel corso del 2015 ha gararantito flussi finanziari alle imprese per 841 milioni di euro.

«L’attività economica – spiega Massimo Vivoli presidente della società e presidente nazionale di Confesercenti – nel 2015, ha ripreso a crescere a ritmi attorno all’0,8% accompagnati da segnali congiunturali significativi come l’aumento della produzione industriale, il rafforzamento dell’indice di fiducia delle famiglie e delle imprese. Crescono, anche se timidamente, i consumi interni e mostrano un graduale riavvio gli investimenti. L’aumento del reddito disponibile e i bassi tassi d’interesse rafforzano, inoltre, anche la ripresa dei mutui immobiliari. Altri timidi segnali si riscontrano nelle dinamiche dei livelli di occupazione».

«Gli sforzi della società consortile – aggiunge Emilio Quattrocchi l’Amministratore Delegato d’Italia ComFidi – di diventare sempre più un operatore su scala nazionale hanno dato i loro frutti. La nostra attività nel 2016 sarà tesa a rafforzare la presenza capillare nelle aree principali del Nord Italia, senza peraltro trascurare quelle verso le aree meridionali dove abbiamo già nel 2015 segnali positivi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

Comments are closed.