Finanziamenti per sostenere l’acquisto di beni strumentali all’attività imprenditoriale

strumentiForma di agevolazione:

Contributo in conto interessi per finanziamenti erogati da banche o intermediari finanziari convenzionati.

Beneficiari:

PMI, anche estere, con sede operativa in Italia. Ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca.

Finalità:

Sostenere l’acquisto di beni strumentali all’attività imprenditoriale.

Scadenza e procedura:

A sportello dal 2 maggio 2106, fino ad esaurimento risorse.

La domanda può essere presentata esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC) alla PEC della banca/intermediario finanziario a cui l’impresa chiede il finanziamento, scelta tra quelle che hanno aderito alla convenzione sottoscritta tra Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., Associazione bancaria Italiana e Ministero dello Sviluppo Economico.

Il finanziamento è concesso fino al 31 dicembre 2016.

Spese ammissibili:

Il finanziamento agevolato deve essere interamente utilizzato per l’acquisto, o l’acquisizione in caso di nel caso di operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, hardware, software.

Entità del finanziamento

L’importo del finanziamento concesso deve essere compreso tra € 20mila e €2milioni di euro e può coprire fino al 100% degli investimenti. Investimenti ammissibili

Gli investimenti ammissibili sono destinati a:

– creazione di un nuovo stabilimento;

– ampliamento di uno stabilimento esistente;

– diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi;

– trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;

– acquisizione di attivi di uno stabilimento, se sono soddisfatte le seguenti condizioni: lo stabilimento è stato chiuso o sarebbe stato chiuso se non fosse stato acquistato; gli attivi vengono acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente; l’operazione avviene a condizioni di mercato.

Gli investimenti devono essere avviati successivamente alla data della domanda di accesso al contributo, devono essere conclusi entro dodici mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

Entità del contributo:

A fronte del finanziamento ottenuto, il Ministero dello Sviluppo Economico concede un’agevolazione nella forma di un contributo pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso del 2,75% su un piano convenzionale di ammortamento, con rate semestrali e della durata di cinque anni, di importo corrispondente al finanziamento

Ulteriori informazioni: gerardo.baione@mise.gov.it

 

Comments are closed.