Contributi per progetti di efficientamento energetico degli immobili

energiaForma di agevolazione

Contributo a fondo perduto.

Finalità

Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili con priorità a favore delle imprese colpite da calamità naturali.

Criterio di priorità

Allocazione di quota parte delle risorse in via prioritaria a favore di progetti di efficientamento energetico delle imprese colpite da calamità naturali.

Soggetti beneficiari

Imprese di qualunque dimensione.

Interventi ammissibili

  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali;
  • sostituzione di serramenti e infissi;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con: impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione, impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza;
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell’immobile;

A completamento degli interventi precedenti possono essere attivati anche interventi per produrre energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica senza eccedere i limiti dell’autoconsumo.

Gli interventi (minimo spese ammissibili: €20.000,00) devono riguardare immobili sedi operative delle attività produttive presenti nel territorio regionale.

Criteri di premialità

5 punti: Progetti che assicurano benefici ambientali anche in termini di

  • tutela qualità dell’aria,
  • tutela del suolo,
  • tutela dall’inquinamento elettromagnetico,
  • tutela dall’inquinamento acustico.

Fino a 3 punti: Imprese che assicurano un incremento occupazionale conseguito per effetto del contributo, durante ed entro la conclusione del progetto con effetti successivi.

2 punti:

  • Progetti di specifica tutela e riqualificazione delle risorse ambientali, contenimento delle pressioni ambientali, innovazione eco-efficiente di processo e/o di prodotto;
  • Imprese che assicurano capacità di favorire pari opportunità e di non discriminazione;
  • Imprese che abbiano assunto nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda lavoratori iscritti alle liste di mobilità, inclusa la mobilità in deroga;
  • Imprese che hanno adottato sistemi di gestione ambientale certificati di processo o di prodotto;
  • Imprese localizzate nelle aree interne;
  • Progetti di imprese a titolarità femminile;
  • Progetti di imprese costituite da giovani;

Imprese iscritte nell’elenco delle “Imprese con rating di legalità”.

Criteri di priorità

E’ data priorità alle imprese colpite da calamità naturali.

Spese ammissibili

  • spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto;
  • spese per opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto.

Le spese ammissibili devono essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda; le spese sostenute da imprese colpite da calamità naturali sono ritenute ammissibili dalla data dell’evento calamitoso.

Scadenza e domanda

La domanda potrà essere presentata presumibilmente da marzo a maggio 2016. Il bando con i dettagli è in corso di pubblicazione.

Entità agevolazione

In regime de minimis, di seguito le percentuali di contributo pubblico:

  • Micro e PI: 40%
  • MI: 30%
  • GI: 20%

Per ulteriori informazioni: edo.bernini@regione.toscana.it

Comments are closed.