Finanziamenti a tasso agevolato per investimenti realizzati da PMI nell’area di Piombino

imprese piombinoForma di agevolazione

Finanziamento a tasso agevolato a tasso zero.

Finalità

Agevolare gli investimenti realizzati da PMI nell’Area di crisi di Piombino.

Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese (Pmi), comprese le società consortili aventi sede o unità locale destinatarie dell’intervento, nel territorio dei Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto e San Vincenzo.

Programmi di investimento

  • Programmi di investimento, nei territori dei Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto e San Vincenzo, in attivi materiali e/o immateriali per installare un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente, diversificare la produzione di uno stabilimento o trasformare radicalmente il processo produttivo. di uno stabilimento.
  • Costo totale del progetto di investimento ammesso: tra €42.000,00 e €1.000.000,00.

Il progetto deve essere realizzato entro 8 mesi dalla data di pubblicazione sul BURT del provvedimento della Regione Toscana di ammissione e di finanziamento. Possibili proroghe, comunque non oltre il 30 giugno 2017.

Spese ammissibili dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di aiuto:

A) Attività materiali
i. terreni (max 10% della spesa ammissibile totale);
ii. impianti industriali;
iii. macchinari e attrezzature varie (esclusi gli arredi);
iv. edifici esistenti115;
v. edifici di nuova costruzione;
vi. opere murarie e assimilate (max 50% del totale dell’investimento complessivo);
vii. mezzi e attrezzature di trasporto di persone e di merci strettamente necessari allo svolgimento dell’attività.
viii. con riferimento all’attività commerciale e turistica:

  • investimenti per l’installazione, la riqualificazione e il potenziamento dei sistemi e degli apparati di sicurezza degli esercizi turistici e commerciali, finalizzati a riqualificare e/o potenziare i sistemi e gli apparati di sicurezza dell’esercizio e di accessibilità alle persone disabili.
  • investimenti per miglioramento, ammodernamento e adeguamento strutture adibite all’attività commerciale e turistica; ammissibili esclusivamente l’acquisto di macchinari, arredi, attrezzature (compresi gli automezzi destinati esclusivamente all’attività), l’acquisto di hardware e software anche finalizzato a progetti che realizzano attività di e-commerce.

Non ammissibili programmi di investimento che prevedano esclusivamente spese di cui ai punti i. e vi.

Con riferimento all’attività commerciale e turistica: investimenti per l’installazione, la riqualificazione e il potenziamento dei sistemi e degli apparati di sicurezza degli esercizi turistici e commerciali.

B) Attivi immateriali
Diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale. Gli attivi immateriali devono soddisfare le seguenti condizioni:

a) sono utilizzati esclusivamente nello stabilimento beneficiario degli aiuti;

b) sono considerati ammortizzabili;

c) sono acquistati a condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente;

d) figurare nell’attivo di bilancio dell’impresa per almeno tre anni.

Intensità contributo pubblico

Piccole imprese: max 20%
Medie imprese: max 10%

Scadenza e domanda

I beneficiari chiedono l’assegnazione di un account all’indirizzo www.toscanamuove.it, poi possono accedere all’area “Registrazione”.
La domanda di aiuto può essere inoltrata, per via telematica, dalle ore 9,00 del 7 marzo 2016 fino alle ore 17,00 del 30 aprile 2016.

Per ulteriori informazioni: simonetta.baldi@regione.toscana.it

 

 

Comments are closed.