Credito d’imposta rivolto ad imprese con sede in siti inquinati di interesse nazionale

inquinamento 1Forma di agevolazione:

Credito di imposta.

Beneficiari:

Imprese, anche estere con unità produttiva all’interno dei siti di interesse nazionale da bonificare (SIN), sottoscrittrici di accordi di programma volti a favorire la bonifica e la messa in sicurezza dei siti inquinati di interesse nazionale (SIN) e la loro riconversione industriale.

Aree SIN (in Toscana):

Aree specificatamente perimetrate all’interno dei territori comunali di Livorno, Collesalvetti, Piombino, Massa, Carrara, Orbetello.

Attività agevolabili:

Programma di investimenti finalizzato alla creazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento di uno esistente, alla diversificazione produttiva per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente o a un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

Limitatamente alle grandi imprese operanti in aree SIN dei comuni di Piombino, Massa e Carrara, gli investimenti sono ammissibili solo se finalizzati alla creazione di un nuovo stabilimento o alla diversificazione delle attività di uno stabilimento, a condizione che le nuove attività non siano uguali o simili a quelle svolte precedentemente nello stabilimento.

Spese ammissibili:

Ai fini della concessione del credito d’imposta è considerato agevolabile l’acquisto di:

a) fabbricati;

b) macchinari, veicoli industriali di vario genere, impianti e attrezzature varie;

c) programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, utilizzati per l’attività svolta nell’unità produttiva, e brevetti concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l’attività svolta nell’unità produttiva.

Entità agevolazione:

Il credito d’imposta è concesso nella misura massima consentita in applicazione delle intensità di aiuto agli investimenti sulla base di ciascuna area territoriale e dimensione d’impresa.

Nelle aree SIN all’interno dei territori comunali di Livorno, Collesalvetti, Orbetello, il credito di imposta non può eccedere le seguenti percentuali di aiuto pubblico:

– Piccole Imprese: 20%

– Medie Imprese: 10%

– Grandi Imprese: –

Nelle aree SIN comprese nei Comuni di Piombino, Massa, Carrara100, il credito di imposta non può eccedere le seguenti percentuali di aiuto pubblico:

– Piccole Imprese: 30%

– Medie Imprese: 20%

Grandi Imprese: 10%

Iter:

Sottoscritto l’accordo di programma, l’impresa presenta istanza di prenotazione delle agevolazioni, realizzato l’investimento, l’impresa presenta istanza di concessione di agevolazione. All’istruttoria positiva fa seguito un decreto di concessione con indicazione dell’importo del credito d’imposta effettivamente spettante. Il credito d’imposta può essere fruito dalle imprese mediante riduzione dei versamenti da effettuarsi con il modello di pagamento F24.

Ulteriori informazioni email: carlo.sappino@mise.gov.it

Comments are closed.