Voluntary Disclosure. Pronto il modello per chiedere la notifica degli atti via Pec ai professionisti

fisco-spia-604x378“Pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate il modello con cui i contribuenti possono chiedere di ricevere gli atti relativi alla procedura di collaborazione volontaria (voluntary disclosure) tramite l’indirizzo Pec dei professionisti che li assistono”.

Lo riporta una nota che spiega: “il modello, approvato dal provvedimento del direttore dell’Agenzia, è emanato in attuazione di una semplificazione contenuta nella Legge di Stabilità 2016. Si tratta di un ulteriore passo avanti verso un Fisco più telematico. Infatti, l’istanza correttamente trasmessa è automaticamente inserita nel fascicolo elettronico che contiene già tutti gli altri documenti inviati dal contribuente per la sua pratica di voluntary”.

“Possono presentare la domanda – prosegue la nota – esclusivamente i contribuenti che hanno presentato domanda per aderire alla procedura di collaborazione volontaria. Con l’istanza, il contribuente chiede all’Agenzia di ricevere tutti gli atti inerenti la voluntary presso l’indirizzo di Posta elettronica certificata del professionista che lo assiste. In ogni caso il modello è presentato, per conto del contribuente, dal professionista che lo assiste nell’ambito della procedura. Il modello va trasmesso mediante Posta elettronica certificata alla casella presso la quale sono state inviate la relazione e la documentazione di accompagnamento all’istanza di collaborazione volontaria presentata dal contribuente”.

“Coloro che hanno già inviato la richiesta di ricevere la notifica a mezzo Pec – conclude la nota – degli atti inerenti la voluntary non sono tenuti a ripresentarla. Nel caso che siano necessari ulteriori dati, sarà cura degli Uffici chiedere l’integrazione dell’istanza”.

Comments are closed.