Debutta il calendario dei bandi

calendario-kwTC-U70001337259172LlB-258x258@Toscana24-WebLa Giunta toscana ha approvato un atto che risponde alle ripetute richieste di certezza sulle risorse e sui tempi di pubblicazione dei bandi, provenienti dalle imprese. E’ la decisione n. 2 del 29 marzo scorso, che definisce un cronoprogramma di tutti i finanziamenti e le procedure negoziali a valere sui programmi comunitari per l’annualità 2016 e stabilisce sia gli impegni di spesa sia la tempistica di apertura e chiusura delle agevolazioni disponibili da qui a fine anno.

Le novità contenute nel provvedimento interessano tanto i bandi destinati alle imprese, dalle agricole a quelle industriali, artigiane, cooperative e del settore terziario, quanto gli incentivi riservati ad altri soggetti privati, come le agenzie formative accreditate, e gli aiuti per i soggetti pubblici, quali Comuni, università ed enti di ricerca. La maggior parte delle misure pianificate per i prossimi mesi riguardano i tre principali programmi europei che la Regione sta gestendo per il nuovo settennato e che, come noto, sono stati già avviati con la prima tornata di bandi nel 2015: da quelle del Fondo sociale europeo, che dispone di 732 milioni e interviene sui temi della formazione, del lavoro e dell’occupazione, a quelle del fondo Fesr, che con i suoi 792 milioni finanzia gli interventi per la competitività, la ricerca e l’innovazione delle imprese, fino alle azioni previste dal Piano di sviluppo rurale, che conta su 961 milioni del Feasr e sostiene agricoltura e filiere agroalimentari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

Comments are closed.