Glaxo investe 600 milioni nel polo dei vaccini di Siena

Clipboard-002GlaxoSmithKline (Gsk), la multinazionale britannica del pharma, scrive Il Sole 24 Ore, investe 600 milioni nei vaccini, nel polo toscano di Siena e Rosia, il cuore rispettivamente della R&S e della produzione di settore.

Il business dei vaccini, che vale il 60% dell’investimento totale precedentemente annunciato (un miliardo in Italia nei prossimi quattro anni, il restante 40% è dedicato al pharma tradizionale) riguarda quello contro il meningococco B, grazie alla scoperta senese del professor Rino Rappuoli con Novartis. «A Siena si fa R&S, a Rosia c’è la produzione. E i vaccini vanno dalla Toscana in tutto il mondo». Tutto nasce e parte da quell’area del nostro Paese. Dove Gsk, con 5mila dipendenti (su 101mila nel mondo), ha un fatturato totale di 1,6 mld di euro: 673 mln nel pharma, 464 mln nel settore vaccini, 320,5 mln nel consumer healthcare, 139 mln nel manifacturing. Con il terzo posto nel mercato retail e, manco a dirlo, il primo in quello dei vaccini.

Rispetto al finanziamento totale di un miliardo, 500 milioni saranno dedicati al polo senese di R&S nei vaccini e e circa 100 milioni allo stabilimento di Rosia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA – Toscana24

 

Comments are closed.