IN PRIMO PIANO

Innovazione digitale nel retail: i risultati del Rapporto Omnichannel

Oggi a Siena il nuovo appuntamento #Openimprese promosso da Confesercenti

Digitale

Alla fine del 2015 l’incidenza del web sulle vendite al dettaglio delle imprese medio-piccole  non superava il 5 per cento, ma nel corso del 2016 la crescita di questa voce di fatturato è stata superiore al 10 per cento. E’ una dei dati più rilevanti del Rapporto Omnichannel retail” redatto dagli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano dopo aver interpellato nei mesi scorsi quasi 500 tra retailers italiani top e medio piccoli. Il 61 per cento dei retailer medio-piccoli ha investito per migliorare la propria ‘omnicanalità’, ovvero l’integrazione tra  negozio fisico, online e mobile: a tutt’oggi persiste tuttavia una consistenze minoranza (circa un terzo del campione) per i quali l’innovazione digitale non è una priorità.

 

IL CONTESTO DI INNOVAZIONE. Il Rapporto è stato presentato oggi a Siena durante l’iniziativa “L’impresa diffusa verso il digitale”, nuovo capitolo del percorso #Openimprese con cui Confesercenti sta accompagnando in tutta la Toscana la piccola e media impresa verso un uso più consapevole ed efficace delle nuove tecnologie. Tra gli interventi del Segretario generale di Confesercenti nazionale Mauro Bussoni e dell’Assessore alla Presidenza e Innovazione della Regione Toscana, Vittorio Bugli; e quelli di Carlo Conforti e Nico Gronchi, rispettivamente Presidente provinciale e regionale di Confesercenti, il Direttore dell’Osservatorio Digitale nel Retail Valentina Pontiggia ha illustrato i dati raccolti. Tra le imprese europee di commercio al dettaglio, quelle italiane ‘contano’ più per il numero (18 per cento) che per il fatturato (12 per cento). In questo contesto, in un caso su due adottano processi di innovazione per volontà e intervento diretto del proprietario del negozio.  Un 20% dei medio-piccoli retailer si affida invece a una figura professionale (interna o esterna) dedicata all’innovazione, altrettanti ad una società esterna. Indipendentemente da chi sia il promotore dell’innovazione, il 67% dei medio-piccoli retailer dichiara che manca il monitoraggio e controllo delle performance legate all’introduzione del digitale.

 

i FATTORI FRENANTI. Stando ai dati del Rapporto Ominchannel Retail, l’incidenza dell’investimento in innovazione digitale è limitata: i medio-piccoli retailer del campione investono pochi decimi di punto percentuale del fatturato generato (0,2-0,3%) . Tra le barriere che bloccano l’investimento, gli imprenditori segnalano i costi elevati (indicati dal 54% del campione) e la mancanza di competenze interne adeguate (44%).

 

LE APPLICAZIONI PRATICHE. Le innovazioni digitali nel back-end sono le più diffuse e consolidate: 8 rispondenti su 10 adottano sistemi di comunicazione con i fornitori tramite email o sistemi web, 6 su 10 emettono fatture e bolle elettroniche e 3 su 10 utilizzano sistemi gestionali per il demand planning e distribution planning basati su supporti elettronici. Dai dati presentati emergono chiari elementi di stimolo per operatori pubblici e privati. Per Mauro Bussoni “la multicanalità per le piccole e medie imprese è importante. Il consumatore sempre più spesso  effettua scelte che rimbalzano tra rete, .il negozio fisico e viceversa  Confesercenti sta promuovendo iniziative di stimolo in questo senso sul territorio nazionale: tra queste, recentemente, una piattaforma per l’incrocio tra domanda e offerta di derrate alimentari in eccedenza”. E in Toscana? “con il progetto OpenImprese abbiamo cercato di avvicinare le PMI all’innovazione – ha evidenziato Nico Gronchi –  attraverso un percorso di crescita e sviluppo. Come Confesercenti abbiamo scommesso sul valore del digitale, le nostre imprese dovranno tentare di seguire ed anticipare le sfide poste dall’innovazione tecnologica, per sopravvivere e svilupparsi in una realtà economica in continuo mutamento.”. E Vittorio Bugli, Assessore Regionale: “per la Regione Toscana l’ambito principale di intervento in tema di innovazione è l’estensione della banda larga sul territorio. Ma gli strumenti digitali possono rivelarsi determinanti anche per il rilancio delle aree in cui il commercio tradizionale era presente in passato: lo stiamo sperimentando con Confesercenti a Livorno.  Il ruolo delle associazioni può essere strategico per il coinvolgimento delle imprese

Fiepet e Associazione Italiana Gelatieri insieme a Rimini il 23 gennaio

Un interessante Convegno nazionale in occasione della Manifestazione fieristica “Sigep 2017”

Fiepet

Fiepet ha organizzato, in collaborazione con l’Associazione Italiana Gelatieri e l’Associazione Italiana Pasticceri e Cioccolatieri, un interessante Convegno nazionale in occasione della Manifestazione fieristica “Sigep 2017”, in programma presso i padiglioni dell’Ente Fiera di Rimini, lunedì 23 gennaio p.v.

La manifestazione si propone, infatti, di valorizzare la produzione tipica dolciaria della gelateria e della pasticceria artigianale nell’ambito della alimentazione in generale e, in modo più specifico, in quello dell’offerta gastronomica della ristorazione e dei pubblici esercizi italiani, presentando le diverse opportunità che, questi settori della produzione dolciaria italiana, sono in grado di realizzare e integrare come offerta variegata di qualità e di tradizione.

E’ disponibile il programma dei lavori del Convegno che prevede la partecipazione, oltre dei Dirigenti delle nostre Associazioni, di figure istituzionali, di medici e nutrizionisti.

Al termine dei lavori è prevista una degustazione di prodotti di gelateria e di pasticceria predisposta dai Maestri presenti allo stand dell’Associazione e, nel pomeriggio dalle ore 14,00 alle ore 16,00, si svolgerà la “Festa del Bere Miscelato a base di Gelato”, a cura di barman professionisti (locandina dell’evento).

Invitiamo i colleghi a voler partecipare numerosi a questa iniziativa accreditandosi per il necessario pass per l’ingresso alla Fiera direttamente con la Segreteria dell’Associazione:

Martina Perrone A.E.P.E.R. – Associazione Esercenti Pubblici Esercizi Roma Associazione Italiana Gelatieri via del Circo Massimo 9, 00153 Roma email: segreteria.direzione@associazionebar.it tel.: 06/57288854-790 fax: 06/57300337.

Scuola ProgettAzione. Esperto in gestione e utilizzo dei fondi europei

Un percorso formativo di 160 ore di teoria e pratica

Fondi Europei

L’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa ed Eurosportello Confesercenti, presentano la seconda edizione del corso di alta formazione per “Esperto in gestione e utilizzo dei fondi europei” che partirà il 10 marzo 2017.

 

Si tratta di un percorso di 160 ore di teoria e pratica, organizzate in 40 moduli che si terranno a Firenze il venerdì pomeriggio e il sabato mattina da marzo a ottobre 2017. Questa seconda edizione sarà ancor più incentrata sui profili professionalizzanti. A questo proposito il 20% del monte orario complessivo sarà dedicato alla stesura di proposte progettuali. Gli elaborati verranno presi in considerazione, insieme ai risultati di un test finale, per l’assegnazione delle 2 Borse di progettazione (ciascuna del valore di 1000 euro lordi) previste anche in questa seconda edizione.

 

Il percorso formativo si rivolge a laureati, laureandi, professionisti e dipendenti interessati a integrare e completare il proprio curriculum con competenze di tipo operativo. In particolare i partecipanti acquisiranno quell’insieme di strumenti e tecniche necessarie per conoscere, orientarsi e beneficiare delle risorse dell’Unione europea che, attraverso programmi comunitari e fondi strutturali, sostengono progetti innovativi e la coesione territoriale.

 

Lezioni e Laboratori si tengono presso la sede di Eurosportello Confesercenti in Via Pistoiese, 155 – Firenze. È possibile iscriversi all'intero corso, oppure acquistare separatamente i moduli in base alla tematica prescelta.

 

Per il calendario, il dettaglio dei costi e la scontistica si invita a consultare il sito www.scuolaprogettazione.eu.

 

Per Info Pietro Viganò: tel 055 - 315254 - mail: info@scuolaprogettazione.eu

 

 

Intesa salva, più certezze per gli ambulanti

Nota di Confesercenti Toscana

Fiera

Il Governo con il provvedimento di proroga ha di fatto confermato il valore dell’Intesa (sancita nel luglio 2012) e tutte le tutele e le garanzie per il rinnovo delle concessioni, con i punteggi stabiliti.

Di fatto ha disconosciuto il pronunciamento dell’Antitrust che, tramite il rilancio delle aste, cercava di far saltare il lavoro fatto anche da ANVA a favore delle imprese e del lavoro della categoria.

Con la certezza dell’Intesa continueremo il nostro lavoro contro la Direttiva Bolkestein

Dobbiamo fornire alla categoria degli mabulanti scelte chiare e durature per un rilancio del settore e per consentire lo sviluppo e la crescita e gli investimenti di un settore frenato da tempo.

 
ULTIMI VIDEO
Gianluca Naldoni su consumi e vendite durante le festività

ALTRI VIDEO INTERESSANTI
Esmeralda Giampaoli interviene sul tema dell'home restaurant

Esmeralda Giampaoli, Presidente nazionale Fiepet Confesercenti, è intervenuta a Rai Parlamento -Settegiorni sul tema dell’home restaurant.


guarda
Le liberalizzazioni nel commercio e gli effetti sui centri storici

L'intervento del Direttore Confesercenti Toscana Massimo Biagioni durante la trasmissione Telegram su Tele Iride


guarda
Tutto pronto per la Biennale Enogastronomica di Firenze 2016
Un viaggio fatto di saperi e sapori con tanti eventi realizzati in luoghi cittadini inediti, pieni di fascino e tutti da scoprire
Leggi tutto
Pontedera. Domenica 13 novembre giornata di iniziative e shopping in via Montanara e via Rossini: ecco il programma

Leggi tutto
Sere d’estate a Montecatini Negozi aperti la sera a Montecatini fino al 31 agosto

Leggi tutto
A Calambrone l'estate si chiama "Eliopoli"
Per la prima volta un ricco calendario di eventi organizzato da Confesercenti nel centro commerciale. Si parte domenica 26 giugno con jazz e vernacolo.
Leggi tutto
Al via i 'Giovedì sotto le Stelle' di Città Futura a Scandicci

Leggi tutto
NOTIZIE PER LE IMPRESE
Locandina "Festa del bere miscelato base gelato"
scarica
Programma "Qualcosa di dolce?"
scarica
Osservazioni Testo Unico Regionale sul Turismo
scarica
Punti rilavanti revisione Testo Unico Regionale sul Turismo
scarica
Il Turismo in Toscana. Le idee per il futuro
scarica
Confesercenti Toscana Profilo Facebook
Visita la pagina Facebook di
CONFESERCENTI TOSCANA
Confesercenti Toscana Profilo Twitter
@ConfeserecentiToscana
FILO DIRETTO CON
L'ASSOCIAZIONE
Confesercenti Toscana

Via Pistoiese, 155
50145 Firenze

Tel. 055 30 36 101
Fax 055 30 00 03

Segreteria@confesercentitoscana.it
RASSEGNA STAMPA
La Nazione - 1/9/2016
Ipotesi Olimpiadi a Firenze e in Toscana
scarica
La Repubblica - 4/8/2016
Il 40% dei toscani concentra le vacanze a Ferragosto
scarica
La Nazione Firenze - 3 agosto 2016
La Bolkestein e gli ambulanti
scarica
Il Tirreno
I Balneari e la Bolkestein
scarica
COMUNICATI STAMPA
Novembre 2016
Legge di stabilità. Nel 2017 l’obiettivo è far ripartire gli investimenti
scarica
Novembre 2016
Continua la crescita delle imprese straniere
scarica
Maggio 2016
Le concessioni demaniali, la Bolkenstein e la nuova legge regionale
scarica
Gennaio 2016
Consumi in Toscana + 2%
scarica
Tweet Imprese